Quali fattori chiave influenzano i prezzi del gas?

In tutti gli Stati Uniti, il costo del gas è stato un argomento caldo di conversazione ultimamente, poiché i prezzi raggiungono livelli record.La media nazionale ora si trova a $5.00 per gallone, ed entro la fine dell’estate, questa cifra potrebbe crescere fino a $ 6 per gallone, secondo le stime di JPMorgan. Ma prima di poter avere una comprensione di ciò che sta accadendo alla pompa, è importante sapere prima quali fattori chiave dettano il prezzo del gas. Questo grafico, utilizzando i dati della U.S. Energy Information Administration (EIA), delinea le principali componenti che influenzano i prezzi del gas, fornendo l’impatto proporzionale di ciascun fattore sul prezzo.

Impatto dell’innalzamento del livello del mare, per paese

Il cambiamento climatico sta già causando l’innalzamento del livello del mare in tutto il mondo. Solo nel 20 ° secolo, si stima che il livello medio globale del mare sia aumentato di 11-16 cm. Quanto cambierà il livello del mare nei prossimi anni e come influenzerà la nostra popolazione? Qui sotto serie di visualizzazioni di Florent Lavergne, possiamo vedere come l’innalzamento del livello del mare potrebbe avere un impatto sui paesi in termini di rischio di alluvione entro l’anno 2100.Questi grafici utilizzano dati provenienti da un Studio 2019 di Scott Kulp e Benjamin Strauss. Il loro studio ha utilizzato CoastalDEM, uno strumento di grafica 3D utilizzato per misurare la potenziale esposizione di una popolazione a livelli estremi di acqua costiera, e ha esaminato l’innalzamento del livello del mare sotto diversi livelli di emissioni di gas serra (GHG).

Quali sono i cinque principali tipi di energia rinnovabile?

La consapevolezza sul cambiamento climatico sta plasmando il futuro dell’economia globale in diversi modi. I governi stanno pianificando come ridurre le emissioni , gli investitori stanno esaminando le prestazioni ambientali delle aziende e i consumatori stanno diventando consapevoli delle loro impronte di carbonio. Ma indipendentemente dalle parti interessate, la produzione e il consumo di energia dai combustibili fossili è uno dei maggiori contributori alle emissioni. Pertanto, le fonti di energia rinnovabile non sono mai state così prioritarie come oggi.

Confronto dell’impronta di carbonio delle opzioni di trasporto

Con l’aumento della preoccupazione per il cambiamento climatico, gli individui stanno diventando sempre più consapevoli del loro impatto sull’ambiente. Le emissioni dei trasporti spesso costituiscono la parte più grande della nostra impronta di carbonio individuale. Per questo motivo, la valutazione delle opzioni di trasporto è un punto di partenza naturale, che si tratti di un pendolarismo quotidiano o di un viaggio di piacere all’estero. Allora, qual è il modo più ecologico per andare da un posto all’altro L’infografica sopra riporta l’impronta di carbonio del trasporto per passeggero-chilometro per diversi veicoli sulla base dei dati del documento metodologico del governo britannico per la segnalazione dei gas serra.

I paesi più cercati su Google

Visualizza un superiore versione di risoluzione di questo diagramma di rete. Analizzare le tendenze sociali può insegnarci molto sul tessuto culturale di una popolazione. E dal momento che Google recupera oltre il 90% delle ricerche su Internet al di fuori del Great Firewall, studiarne l’utilizzo è una delle migliori risorse per la moderna ricerca sociale. Questa serie di visualizzazioni di Anders Sundell utilizza i dati di ricerca di Google Trends per mostrare i paesi più cercati su Google in tutto il mondo, dal 2004 al 2022. Questi grafici forniscono una visione stimolante delle diverse somiglianze culturali e dinamiche geopolitiche.

Visualizzazione della distribuzione globale del reddito in 200 anni

Il mondo è diventato più diseguale? Con la COVID-19 che sta sconvolgendo le società e in particolare i paesi a basso reddito, i progressi sociali ed economici compiuti nell’ultimo decennio rischiano di essere invertiti. E con l’aumento del costo della vita e dell’inflazione in gran parte del mondo, gli esperti avvertono che la disuguaglianza di reddito globale è stata esacerbata. Ma la buona notizia è che i redditi assoluti in molti paesi più poveri sono aumentati significativamente nell’ultimo secolo di tempo. E anche se il lavoro rimane, i livelli di povertà sono diminuiti drasticamente nonostante la forte disuguaglianza. Per analizzare le tendenze storiche nella distribuzione del reddito globale, questa infografica di Il nostro mondo nei dati guarda a tre periodi negli ultimi due secoli. Utilizza dati economici del 1800, 1975 e 2015 compilati da Hans e Ola Rosling.

Emissioni pro capite delle prime 30 utility statunitensi di proprietà degli investitori

Circa il 25% di tutte le emissioni di gas serra (GHG) degli Stati Uniti proviene dalla produzione di elettricità. Successivamente, ciò significa che le utility di proprietà degli investitori (IOU) avranno un ruolo cruciale da svolgere intorno alle iniziative di riduzione del carbonio. Ciò è particolarmente vero per i primi 30 IOU, da cui quasi il 75% dei clienti delle utility ottiene la propria elettricità. Questa infografica dal Consiglio nazionale dei servizi pubblici classifica i più grandi IOU per emissioni pro capite. Tenendo conto delle diverse basi di clienti che servono, otteniamo uno sguardo più accurato alle loro pratiche di energia verde. Ecco come si allineano.

La strada per la decarbonizzazione: come l’asfalto sta influenzando il pianeta

L’asfalto, noto anche come bitume, ha varie applicazioni nell’economia moderna, con una domanda annuale che raggiunge i 110 milioni di tonnellate a livello globale. Fino al 20° secolo, l’asfalto naturale ottenuto da piante in decomposizione rappresentava la maggior parte della produzione di asfalto. Oggi, la maggior parte dell’asfalto viene raffinato dal petrolio greggio .Questo grafico, sponsorizzato da Northstar Clean Technologies , mostra come le nuove tecnologie per riutilizzare e riciclare l’asfalto possono aiutare a proteggere l’ambiente.

I minerali chiave in una batteria EV

All’interno praticamente ogni veicolo elettrico (EV) c’è una batteria agli ioni di litio che dipende da diversi minerali chiave che aiutano ad alimentarlo. Alcuni minerali costituiscono parti intricate all’interno della cellula per garantire il flusso di corrente elettrica. Altri lo proteggono da danni accidentali all’esterno. Questa infografica utilizza dati dalla Federazione europea per i trasporti e l’ambiente per abbattere i minerali chiave in una batteria EV. Il contenuto minerale si basa sulla “batteria media 2020”, che si riferisce alla media ponderata delle sostanze chimiche delle batterie sul mercato nel 2020.