I marchi in più rapida crescita al mondo nel 2021

Il 2020 è stato un anno difficile per l’economia statunitense. Nel secondo trimestre del 2020, il paese ha registrato il calo più forte del PIL reale mai registrato. A causa del COVID-19, le aziende sono state costrette ad adattarsi. Ma le cose non erano tutte male: infatti, alcune aziende sono persino riuscite a prosperare durante la follia indotta dalla pandemia. Ecco uno sguardo ai primi 10 marchi in più rapida crescita del 2021, utilizzando i dati del rapporto Top 100 Global brands di Kantar BrandZ.

Visualizzazione dei metalli critici in uno smartphone

In un mondo sempre più connesso, gli smartphone sono diventati una parte inseparabile della nostra vita. Oltre il 60% della popolazione mondiale possiede un telefono cellulare e l’adozione di smartphone continua ad aumentare nei paesi in via di sviluppo di tutto il mondo. Mentre ogni marchio ha il proprio mix di componenti, che si tratti di un Samsung o di un iPhone, la maggior parte degli smartphone può trasportare circa l’80% degli elementi stabili sulla tavola periodica. Ma alcuni dei metalli vitali per costruire questi dispositivi sono considerati a rischio a causa della scarsità geologica, problemi geopolitici e altri fattori.

Quando si riprenderà il tuo paese dalla pandemia?

Quello che era iniziato come un nuovo virus in Cina divenne rapidamente una malattia che chiuse il mondo e mise fine a 1,5 anni sull’economia globale. Ma mentre le economie di alcuni paesi sono già tornate alla normalità, altri sono molto indietro. Tempistiche di recupero covid-19, da parte del paese OCSE. Questo grafico, utilizzando i dati dell’OCSE, prevede quando i paesi si riprenderanno economicamente dalla pandemia globale, sulla base del ritorno ai livelli pre-pandemia del PIL pro capite.

Sabbia, acciaio e cemento: la produzione annuale degli elementi costitutivi del mondo

Dagli edifici intorno a noi ai marciapiedi su cui camminiamo, sabbia, acciaio e cemento sono una base importante per tutta l’urbanizzazione. Ogni anno, il mondo produce un’immensa quantità di tutti e tre i materiali al fine di fornire la costruzione continua di ambienti costruiti dall’uomo in tutto il mondo. Utilizzando i dati dell’U.S. Geological Survey, questa visualizzazione mostra l’acciaio, la sabbia e il cemento prodotti nel 2020, per aiutare a mettere in prospettiva la quantità di materie prime che produciamo e alla fine consumiamo ogni anno.

I veicoli più venduti nel mondo per paese

Ogni paese ha preferenze diverse per le merci e i veicoli non sono diversi. I consumatori di un paese denso potrebbero preferire le auto più piccole, mentre i paesi con ampie distese (e parcheggi) aprono la strada a camion più grandi. Allo stesso modo, terreni accidentati potrebbero richiedere veicoli in grado di adattarsi e scalare rapidamente. Ed è anche una questione di quale produttore ha investito nel paese. Poiché le più grandi case automobilistiche del mondo hanno corso per attirare i consumatori in ogni angolo del mondo, hanno costruito fabbriche, rinominato modelli e persino costruito auto specifiche per adattarsi ai gusti dei singoli paesi. Questa infografica di Budget Direct Car Insurance mette in evidenza i veicoli più venduti al mondo, utilizzando i dati di vendita di fine anno 2019.

Visualizzazione del flusso del consumo energetico degli Stati Uniti

Gli Stati Uniti si affidano a un complesso mix di fonti energetiche per alimentare il consumo energetico dei vari settori finali del paese.
Mentre questo mix energetico è ancora dominato dai combustibili fossili, vi sono segni di un costante passaggio all’energia rinnovabile nell’ultimo decennio.
Questo diagramma radiale di Sankey che utilizza i dati della VIA (Energy Information Administration) suddivide il consumo energetico degli Stati Uniti nel 2020, mostrandoci quanto ogni settore si basa su varie fonti di energia.

Conteggio delle medaglie olimpiche: come è andata ogni paese a Tokyo 2020

Ogni quattro anni, le Olimpiadi estive riuniscono migliaia di atleti da tutto il mondo per competere in un’arena globale di sportività ed eccellenza atletica. Tokyo ha ospitato le Olimpiadi estive 2020 dal 24 luglio al 9 agosto 2021, segnando la seconda volta che il Giappone ha ospitato le Olimpiadi estive. Il paese ha ricevuto l’onore per la prima volta nel 1964 diventando la prima nazione asiatica ad ospitare i Giochi Olimpici. Anche in questo clima più impegnativo in cui i giochi dovevano essere spinti di un anno, nulla ha impedito agli atleti di superare i loro limiti e battere record di lunga durata.

Attacchi hacker ransomware, l’intelligence: «Pagati 17 miliardi in quattro mesi»

Maze, una sigla semplice. Una sigla che per almeno due anni è stata l’incubo delle aziende pubbliche e private, dei governi, di multinazionali come Canon, Lg, Xerox. Un gruppo di hacker in grado di bloccare sistemi, rubare dati, ricattare società e privati. Un gruppo pericoloso che per primo ha utilizzato la strategia del «name & shame», letteralmente nominare e svergognare. Il primo novembre 2020 ha dichiarato «chiuso il progetto» in grande stile, con un comunicato stampa pubblicato online in cui sottolineava che non ci sarebbero stati successori. Ma non è scomparso. Anzi. Già qualche mese prima della resa, un’altra banda, addirittura più capace e potente, era comparsa sulla scena: Egregor. In un anno ha sferrato oltre 200 attacchi e gli analisti ritengono possa essere lo schermo per gli affiliati di Maze. E poi ce ne sono tanti altri perché questa Ransom Mafia, come è stata definita, ricalca il mondo criminale «analogico»: individui che si riuniscono in gang, formano e sciolgono alleanze, si raggruppano in cartelli.

Quale paese è il più economico per avviare un’attività?

Avviare una nuova attività non è così semplice come invenire con un’idea. Oltre all’investimento di tempo necessario per formulare e creare un’azienda, spesso c’è un pesante requisito patrimoniale. Una nuova attività di solito richiede il pagamento di costi diversi per licenze, permessi e approvazioni, e molti governi hanno anche requisiti patrimoniali minimi disponibili. E i costi sono relativi. Anche se potrebbe essere più costoso avviare un’attività in alcuni paesi sulla carta, l’accessibilità economica tiene conto anche del reddito relativo.
Queste grafiche di BusinessFinancing.co.uk utilizzano i dati del rapporto Doing Business 2020 della Banca Mondiale per esaminare il costo di avvio di una LLC di piccole e medie dimensioni nelle più grandi città commerciali di 190 paesi.

Grattacieli, interi quartieri, mulini: tutti in legno. Boom dell’edilizia sostenibile. E la Svezia insegna

iù attenzione all’ambiente e, soprattutto, tecnologie prima inimmaginabili. Sono i due elementi all’origine del boom dei «grattacieli di legno». Da qualche anno è ormai sfida aperta tra gli architetti di tutto il mondo per realizzare i più belli e i più arditi edifici eco sostenibili. Sono trascorsi oltre vent’anni da quando Renzo Piano iniziò a progettare grandi edifici pubblici con gigantesche campate di legno a sostenere le volte (spettacolari quelle dell’Auditorium di Roma, inaugurato nel 2002), e nel corso di quasi 5 lustri le tecniche ingegneristiche alla base degli edifici in legno sono profondamente mutate, dando il via allo sviluppo verticale. Ma non solo. Adesso il legno entra prepotentemente a far parte dell’edilizia residenziale pubblica: a Stoccolma stanno costruendo un intero quartiere di abitazioni tutto in legno, con edifici fino a 13 piani. Si chiama Cederhusen (letteralmente: «case di cedro»), sta sorgendo nell’area di Hagastaden — nella parte settentrionale di Stoccolma, tra le autostrade, il campus del Karolinska Institutet e il grande parco di Haga — e non è un caso isolato, scrive il New York Times. In Svezia circa il 20% dei nuovi edifici a più piani è costruito in legno.