I 10 anni di vendite globali di veicoli elettrici per Paese

Nel 2011 sono stati venduti circa 55.000 veicoli elettrici (EV) in tutto il mondo. 10 anni dopo, nel 2021, quella cifra era cresciuta vicino a 7 milioni di veicoli. Con molti paesi collegati all’elettrificazione, il mercato globale dei veicoli elettrici ha visto una crescita esponenziale negli ultimi dieci anni. Utilizzando i dati dell’Agenzia internazionale per l’energia ( IEA ), questa infografica mostra l’esplosione delle vendite globali di veicoli elettrici dal 2011, evidenziando i paesi che sono diventati i più grandi mercati di veicoli elettrici.

La conquista dello Spazio sarà Sostenibile?

Gli abitanti della tranquilla cittadina montana di Gstaad, in Svizzera, hanno avuto il privilegio di assistere alla prova del prototipo di un nuovo razzo “green” effettuato da Pulsar Fusion potendo osservare direttamente l’impressionante effetto visivo tipico dello scarico ad alta densità e temperatura di un razzo supersonico.

I grandi inquinatori piantano alberi contro la CO2 in cambio di crediti. Perché è un inganno

Il presidente di Cop26 Alok Sharma con le lacrime agli occhi si scusa disperato, il vicepresidente della Commissione Ue Frans Timmermans si rivolge alla platea: «Tutti voi avete figli e nipoti, se non mettiamo in atto oggi tutte le strategie per bloccare l’aumento della temperatura, non ci perdoneranno». Alla fine uno degli accordi più significativi è stato lo stop alla deforestazione entro il 2030. La Dichiarazione firmata da 110 nazioni potrà contare su un investimento di 19,2 miliardi di dollari: 12 saranno fondi pubblici, 7,2 privati. Ma intanto per altri nove anni si potrà continuare a disboscare, mentre per i grandi inquinatori la «soluzione» è stata trovata da tempo: compensare il proprio inquinamento piantando alberi, finanziando impianti a energia rinnovabile o acquistando sul mercato certificati di crediti di carbonio emessi da organismi internazionali che serviranno a bilanciare le emissioni di CO2 emesse ogni anno.

Tendenze storiche delle temperature in superficie mensili globali (1851-2020)

Dal 1880, la temperatura media della superficie terrestre è aumentata di 0,07 ° C (0,13 ° F) ogni decennio. Quel numero da solo può sembrare trascurabile, ma nel tempo si somma. Inoltre, il tasso di variazione della temperatura è cresciuto in modo significativamente più drammatico nel tempo, più che raddoppiando a 0,18 ° C (0,32 ° F) dal 1981. Come risultato di questo processo di riscaldamento globale, le crisi ambientali sono diventate i rischi più importanti del nostro tempo.In questo grafico della temperatura globale, lo scienziato di dati climatici Neil R. Kaye analizza come le temperature medie mensili sono cambiate in quasi 170 anni. I valori di temperatura sono stati confrontati con le medie preindustriali (1850-1900).

Impatto umano sulla superficie terrestre

Non c’è dubbio che l’attività umana abbia avuto un impatto sulla Terra, ma fino a che punto? A quanto pare, quasi il 95% della superficie terrestre mostra una qualche forma di modificazione umana, con l’ 85% che porta prove di molteplici forme di impatto umano. Questa mappa della scienziata dei dati Hannah Ker delinea l’entità della modifica dell’umanità sugli ecosistemi terrestri terrestri.

Una ripartizione globale delle emissioni di gas serra per settore

In pochi decenni, i gas a effetto serra (GHG) —principalmente sotto forma di emissioni di CO₂ — sono aumentati a tassi senza precedenti come risultato della crescita globale e del consumo di risorse. Per scoprire i principali settori in cui hanno origine queste emissioni, questo grafico da Our World in Data estrae gli ultimi dati del 2016 per gentile concessione di Climate Watch e World Resources Institute, quando le emissioni totali hanno raggiunto 49,4 miliardi di tonnellate di CO₂ equivalenti (CO₂e).